Oms: i vaccini sono la speranza per mettere fine alla pandemia - Blog Eufarma

Blog

Oms: i vaccini sono la speranza per mettere fine alla pandemia

L'Organizzazione Mondiale della Sanità si dice ottimista: la luce in fondo a questo buio tunnel sta diventando più luminosa. E sulle festività di fine anno: senza tracciamento rischio aumento dei contagi.

Ventata d'ottimismo dall'Oms che vede "adesso una reale speranza che i vaccini, insieme con altre misure sanitarie già testate - possano contribuire a mettere fine alla pandemia di covid-19". Lo ha detto il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel consueto briefing sul coronavirus.

"La luce in fondo a questo lungo e buio tunnel sta diventando più luminosa dopo le ultime buone notizie sui vaccini", ha aggiunto. "Nessun vaccino nella storia è stato sviluppato così rapidamente. La comunità scientifica ha stabilito un nuovo standard per la creazione dei vaccini", ha sottolineato.

Sempre nel briefing di Ginevra in riferimento alle festività di fine anno è emersa una indicazione dal punto di vista scientifico: "Se ci si sposta, si viaggia, ci si mischia, i casi di Covid-19 aumenteranno lì dove c'è una trasmissione significativa del virus e non c'è un solido programma di tracciamento, isolamento e quarantena", ha spiegato il direttore per le emergenze dell'Organizzazione mondiale della sanità, Michael Ryan.

"Non c'è un rischio zero in un quadro in cui i casi sono in aumento, ma dobbiamo essere chiari: questo virus ha bisogno di persone per trasmettersi", ha aggiunto Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità per il coronavirus. "Certo - ha aggiunto Ryan - una maggior apertura genera gioia nella popolazione in un momento in cui c'è bisogno di gioia. Ma la scienza è chiara. Solo che ogni governo deve bilanciare il rischio epidemiologico con quello economico e sociale. E la frustrazione della popolazione è elevata. A noi spetta dare indicazioni chiare dal punto di vista scientifico", poi la decisione sta alla politica.

"In alcune situazioni e in alcuni Paesi la decisione più difficile sarà la più sicura. E la possibilità di connessioni virtuali ci darà la possibilità di celebrare comunque le feste di fine anno - ha aggiunto l'esperta - Troveremo modi per celebrare" davvero "quando tutto sarà finito".